Server dedicati: ecco quali sono i migliori

Server Dedicati

In questa pagina potrete trovare la classifica dei server dedicati migliori del 2018.

Passare da un hosting condiviso ad un VPS o server dedicato non è molto semplice, soprattutto se non si ha un minimo di conoscenza dei hardware e software che caratterizzano un server.

Se avete deciso di acquistare un server questo significa che ci tenete ai vostri lettori e che volete lanciare il vostro business ancora più in alto. Infatti i server dedicati sono l’unica vera opzione per chi ha un sito che riceve migliaia di utenti unici al mese, non solo per migliorare l’esperienza utente e il posizionamento SEO con un sito più veloce, ma anche per evitare che il vostro sito rimanga offline e quindi inaccessibile ai vostri lettori a causa dei picchi di traffico.

Per poter scegliere un server dedicato occorre prima di tutto capire che cos’è un server, come è configurato un server e e le varie tipologie di server che possiamo acquistare oggigiorno.

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

COME LEGGERE LA NOSTRA GUIDA ALL’ACQUISTO:

Per prima cosa vi mostreremo i 2 migliori server dedicati del momento, con le loro caratteristiche tecniche, l’hardware e se sono managed o no.

Successivamente vi spiegheremo dettagliatamente tutti i fattor da tenere in considerazione prima di acquistare un server, come ad esempio quale processore scegliere, di quanta RAM ho bisogno, che dischi di memoria scegliere, dove deve essere situato il data center del mio server e cosi via.

I 2 migliori server dedicati del 2018

SITEGROUND
SCELTA
DEL
EDITORE!
10
...
migliori server dedicati

Prezzo Mensile Iniziale:

179€ Al Mese

Server dedicati managed con ottime configurazioni hardware e componenti tecniche il tutto ad un prezzo contenuto. Sito web completamente in Italiano, database situato in Italia e un ottimo supporto lo rendono la scelta migliore.

VAI AL SITO »
  • WHM & cPanel inclusi nel prezzo e già installati.
  • 5 IP dedicati gratis.
  • Supporto PHP 7.0+.
  • Possibilità di scegliere fra Apache/Nginx & CentOS in base alle proprie esigenze personali.
  • Softaculous per installazioni WordPress, PrestaShop, Magento etc in un click.
  • Possibilità di scegliere posizione del database.
  • Database veloci ed efficienti situati in Italia.
  • Supporto cordiale, compoetente e sempre disponibile.


Entry Server
Power Server
Super Power Server
Processore
Intel Xeon E3-1230 CPUIntel Xeon E3-1270 CPU2 x Intel Xeon E5-2620 CPU
Velocità
3.20Ghz3.50Ghz2.00Ghz
Core
446
CPU Cache
8MB8MB15MB
RAM
4GB DDR3 RAM16GB DDR3 RAM16GB DDR3 RAM
Archiviazione
500GB SATA II HDD1TB SATA II HDD4 x 500GB SATA III / RAID 10 HDD
Trasferimento Dati
10TB Trasferimento dati10TB Trasferimento dati10TB Trasferimento dati
Prezzo
179.00 €/mese*258.00 €/mese*Prezzo: 336.00 €/mese*

LIQUIDWEB

9.8
...
miglior server dedicato

Prezzo Mensile Iniziale:

249$ Al Mese

Server dedicati managed con hardware di altissima qualità e performance TOP. Possibilità di noleggiare un server con doppio processore per performance estreme. Database situati in Europa e 100% Network Uptime.

VAI AL SITO »
  • Protezione DDoS Standart.
  • CloudFlare CDN.
  • SSD per performance TOP.
  • Possibilità di scegliere configurazione Dual CPU per prestazioni estreme.
  • ServerSecure Sicurezza Avanzata.
  • IP Dedicato & Backup regolari.
  • cPanel/WHM & Plesk Onyx disponibili.
  • IPMI e ROOT Access.
  • 100% Network Uptime & Power Uptime SLAs.


Single Processor
Dual Processor
Dual Processor
Processore
Intel Xeon E3-1230 CPU2 x Intel Xeon E5-2620 v42 x Intel Xeon E5-2650 v3
Velocità
3.40Ghz2.10Ghz2.30Ghz
Core
41620
CPU Cache
8MB20MB30MB
RAM
16GB DDR3 RAM32GB DDR3 RAM32GB DDR3 RAM
Archiviazione
250 GB SSD MLC RAID 1250 GB SSD MLC RAID 1250 GB SSD MLC RAID 1
Archiviazione 2
1 TB SATA Backup Drive1 TB SATA Backup Drive1 TB SATA Backup Drive
Trasferimento Dati
5TB Trasferimento dati8TB Trasferimento dati8TB Trasferimento dati
Prezzo
249.00 $/mese*439.00 $/mese*Prezzo: 599.00 $/mese*

Che cos’è un server dedicato?

Un server dedicato è proprio come qualsiasi altro tipo di server, ma dove solamente un individuo o un’azienda sta ospitando i loro siti su di esso. Piuttosto che condividere larghezza di banda, spazio di archiviazione, RAM eccetera, potenza di calcolo (CPU) come in un hosting condiviso, su un server dedicato si ha accesso esclusivo a tutte le risorse assegnate ad essa.
Quando si compra un server da una compagnia hosting noi non facciamo nient altro che noleggiare tutti i super computer presenti nel server che permetteranno al nostro sito web di essere accessibile al pubblico tramite internet.
Rispetto ad un hosting condiviso (dove condividiamo un server con diverse persone) o un VPS (dove vengono creati dei mini server dedicati su un server), su un server dedicato noi abbiamo accesso totale sia a livello hardware (se lo vogliamo e se la compagnia lo permette) che a livello software (accesso root).

Per poter rendere disponibile al pubblico il vostro sito avrete bisogno di un dominio, se non sapete che cos’è un dominio, o volete semplicemente approfondire di più l’argomento, leggete la nostra guida su come e dove comprare un dominio internet.

Fattori da tenere in considerazione prima di acquistarne uno

Prima di procedere e acquistare un server dedicato è fondamentale fermarsi un attimo e cercare di capire quali sono i fattori da tenere in considerazione per acquistare un buon server.

Questi fattori li possiamo dividere principalmente in 7 grandi categorie, ovvero:

  • Hardware: Con hardware intendiamo tutti i componenti fisici che vanno a costruire il computer/server, ovvero processore, RAM, dischi solidi etc.
  • Larghezza di banda: Con larghezza di banda intendiamo la quantità di dati che il nostro server può spostare dal nostro sito e al nostro sito in un determianto periodo di tempo. Più il vostro sito è traffico, più larghezza di banda avrete bisogno.
  • Managed vs Unmanaged: Scegliere un server dedicato managed o unmanaged?
  • Qualità Network e Uptime: Inutile comprare un server se questo sta in un network scadente e dove il provider non riesce a garantire un uptime ( tempo di funzionamento ) vicino al 100%.
  • Sistema Operativo: Molto importante è anche il sistema operativo e i vari software che ci vengono forniti gratuitamente durante l’installazione del server.
  • Pannello di controllo: L’importanza di un pannello di controllo professionale e la differenza fra cPanel e Plesk.
  • Accesso al datacenter: Possibilità di visitare il server fisicamente.

Hardware

Tenendo presente che si deve affittare un intero server fisico, è alquanto necessario optare per la migliore configurazione possibile ed evitare di acquistare un server con componenti obsoleti che sono stati ammassati insieme in un vecchio telaio metallico.

Optate sempre per i server dedicati che hanno almeno HDD o SSD di livello enterprise.

Cerca i server con componenti di marca come HP, Dell o Compaq, che si sono guadagnati un nome nel settore dei server come componenti di buona qualità. Non dimenticare anche di considerare il modello del processore, velocità di essa, la quantità di core presenti nel processore, la quantità di RAM e infine il tipo di HDD. Il server dedicato avrà sempre un I / O limitato sulla macchina.

La causa principale dei colli di bottiglia in un server dedicato la maggior parte delle volte è il tipo di HDD che si usa. Gli SSD offrono una velocità di lettura / scrittura di circa 20 volte rispetto alle unità SATA di classe server, quindi il modello più conveniente oggi è l’SSD per il database e SATA per l’archiviazione dei dati statici come immagini, video e backup.

Larghezza di banda

Ciò dipende in larga misura dalla dimensione del traffico che l’utente si aspetta di ricevere al proprio sito web.
La larghezza di banda della rete del server dedicato determina la quantità di dati che è possibile spostare da e verso il sito Web in un determinato periodo (per ciclo di fatturazione). A tale proposito, è evidente che i siti web che servono un gran numero di visitatori richiedono una larghezza di banda superiore rispetto a quelli che servono un numero minore di persone. Soprattutto, è necessaria una grande capacità di larghezza di banda nel caso in cui l’utente intenda eseguire lo streaming di file multimediali sul sito Web, immagini di alta qualità o spostamenti di dati di database tra più server associati a un intenso utilizzo del database.

Server dedicati managed vs unmanaged

Prima di acquistare un server dedicato dovrai decidere se optare per un server dedicato managed o per uno unmanaged. Ma qual’è la differenza fra i due?

Per quanto riguarda i server dedicati managed, la compagnia di hosting si assume la responsabilità di offrire supporto per ogni problema che si può presentare nel server dedicati, sia a livello hardware che a livello software, inoltre su un server dedicato managed la compagnia hosting provvederà a fare update regolari al vostro sito, e ottimizare i database per performance massime.
Ovviamente, c’è un limite, in quanto l’utente potrebbe non ricevere alcun supporto per problemi struttulari e di codice a livello del sito. In sintesi quando si prende un pacchetto managed la compagnia hosting provvederà a gestire per noi il ​​sistema operativo, l’installazione del server stesso, installazione e manutenzione del pannello di controllo e tutte le altre applicazioni preinstallate, backup constanti al sito, scansioni regolari al sito (se presente nell’offerta), manutenzione a livello hardware e assistenza tecnica in caso di guasti/errori/bug in questi settori.
Un server dedicato managed comporta molto meno lavoro da parte dell’utente e richiede poca o nessuna esperienza nel settore. Nel caso in cui qualcosa vada storto, l’host è sempre in contatto per risolvere eventuali problemi emergenti. Tuttavia, è considerato piuttosto costoso (circa € 20-40 al mese in più) rispetto ala soluzione non managed.

Su un server dedicato  unmanaged d’altro canto non offre nessuno dei servizi extra offerti rispetto ad uno managed, la compagnia hosting offre semplicemente servizi come la sostituzione di componenti guasti e il riavvio dei server, ma non fornisce supporto a livell software, non installa nulla per l’utente e non ovviamente non si hanno anche servizi extra come update regolari, back up al sito e scansioni regolari.
È quindi compito dell’utente mantenere e controllare il server. L’utente dovrà anche installare patch di sicurezza relative all’infrastruttura del proprio server.
Alcuni host non offrono nemmeno il sistema operativo del server o il pannello di controllo (cPanel), il che può lasciare sopratutto i meno esperti in grande difficoltà. Nell’ambito dell’hosting unmanaged, l’utente gode dell’accesso esclusivo e della totale libertà di tutto il server, inoltre, è relativamente più economico rispetto alla soluzione precedente, rendendola la scelta ideale per le aziende che hanno già un tecnico o che vogliono risparmiare e hanno buone conoscenze dei sistemi operativi, dei server e del cPanel.

Qualità della rete e uptime

Quando si sceglie un server dedicato la scelta più saggia è comprarne uno da una compagnia hosting che garantisce la migliore qualità di rete e che garantisce un uptime quasi del 100%. Cerca di scoprire il rating “Tier” dell’host prima di acquistarne uno, in quanto è il miglior indicatore di quanto buona o cattiva sia l’infrastruttura di rete della compagnia.

  • Tier 1: tempo di funzionamento del 99,67%, nessuna ridondanza, 28,8 ore di fermo / anno.
  • Tier 2: uptime del 99,74%, ridondanza parziale in raffreddamento e alimentazione, 22 ore di fermo / anno.
  • Tier 3: tempo di operatività del 99,98%, tolleranza ai guasti N + 1, 1,6 ore di fermo / anno.
  • Tier 4: uptime del 99,99%, infrastruttura 2N + 1 completamente ridondante, 26,3 minuti di downtime annuale.

Sistema operativo

La prima decisione da prendere è se si desidera che un sistema operativo Linux o Windows sul tuo server dedicato.
La maggior parte degli host ti dà la possibilità di scegliere quale installare al momento del acquisto mentre altri sono specializzati solo su un sistema operativo.
Per capire qual’è la scelta più giusta per il tuo sito web dipende esclusivamente dal tipo di utilizzo che si vuole ottenere dal proprio sito e dal linguaggio di programmazione e database che si conosce, o che si deve utilizzare. Se non sei ancora sicuro, allora molto probabilmente ti serve un Sistema Operativo Linux.

Perchè linux?

Flessibile e favorito da tutte le compagnia di hosting condivisi, Linux è potente e orientato alla performance. I migliori host per Linux includeranno il sistema operativo, oltre al supporto per le applicazioni compatibili con Linux come Apache, la gestione dei pacchetti YUM e vari script di programmazione.

Perchè windows?

Di solito si sceglie un sistema operativo Windows sui server dedicati se il tuo sito web/applicazione ha bisogno dei seguenti linguaggi e caratteristiche:

  • ASP Classic.
  • ASP.NET.
  • MSSQL (Microsoft SQL Server).
  • Accesso MS (Microsoft Access).
  • Sviluppo Visual Basic.
  • C#.
  • Desktop remoto (solo server dedicato).

Pannello di controllo

È consigliabile avere un fornitore di servizi in grado di fornire non solo un pannello di controllo pulito ma anche un’interfaccia funzionale.
Generalmente, Plesk (Windows e Linux) o cPanel (solo Linux / Unix) e considerato il più ideale. cPanel è noto per la sua vasta flessibilità, ma per gestire i tuoi account server e il server stesso devi comunque utilizzare un WebHost Manager (WHM).

I suddetti pannelli di controllo sono stati consigliati in parte grazie al fatto che facilitano la migrazione dei siti Web in caso di trasferimento. In ogni caso prima di acquistare un server, decidete se vi serve un cPanel, se si cercate di optare per una compagnia hosting dove la licenza del cPanel e del WHM è inclusa del prezzo. Il cPanel è senza dubbio il miglior pannello di controllo per gestire i siti web installati su un sistema operativo Linux / Unix.

Accesso fisico al server

Raramente può esserci l’esigenza di avere un accesso fisico al proprio server dedicato.
Questo di solito comporta un costo maggiore a causa del nulla osta di sicurezza che deve verificarsi ogni volta che si visita il datacenter. Potresti voler controllare dove si trova il data center del fornitore di hosting, in quanto questo potrebbe essere uno dei fattori decisionali nella scelta di un server dedicato più appropriato per te.

Errori da evitare prima di acquistare un server dedicato

È un istinto umano quello di cercare di risparmiare il più possibile quando si fa shopping, ma attenzione: l’hosting non è qualcosa dove se risparmi ottieni sempre qualcosa di decente. Sappi che nel ambito del hosting otterai sempre per quello che paghi, quindi un server dedicato è sempre inferiore a livello di prestazioni riseptto ad uno non economico, tuttiavia se sei proprio ristretto a livello di budget consulta questa classifica dei server dedicati economici migliori.

Non optare mai per soluzioni gratis

Non esiste un server dedicato gratis in grado di gestire tutte le cose che i clienti dedicati tipicamente hanno bisogno dal proprio server. Se opterai per una soluzione gratuita finirai per essere frustrato dalle limitazioni delle risorse e da tantissimi altri problemi. Rivolgi invece la tua attenzione piuttosto a server dedicati economici di alta qualità.

Come fare con i prezzi alti

Non hai torto a voler risparmiare. I server dedicati sono molto costosti e parliamo di cifre intorno ai 100-200€ al mese per soluzioni discrete, ma ricorda che non stai condividendo alcuna potenza di calcolo del tuo server o spazio di archiviazione o larghezza di banda con nessun altro, quindi sei l’unico a pagare per tutto.

Per darti un po ‘di prospettiva, abbiamo visto alcuni dei server dedicati dei migliori host del settore per 2000€ al mese o più. In sostanza, se sei soddisfatto del supporto, dell’affidabilità dell’hardware e della potenza di elaborazione e i costi mensili sono ancora a due cifre allora vuol dire che non solo hai trovato una buona offerta ma che hai anche risparmiato migliaia di euro!

Conclusione

Come abbiamo detto prima sul mondo dell’ hosting, risparmiando diminuisce anche la qualità, e il 99,9% delle volte si ha quello che si pagha (a livello di performance, supporto etc).
Speriamo che vi abbiamo aiutato rispondere alla domanda qual’è il miglior server dedicato del 2018 con la nostra guida all’acquisto, per qualsiasi domanda o consulto personale non esistate di commentare qui sotto o di utilizzare la chat.

Riguardo L'Autore
John O.
John O.

Fondatore di Infowebhosting.it - Laureato in Informatica, programmatore, web designer ed esperto di hosting sin dal 2009. Ha collaborato e lavorato per varie compagnie di hosting internazionali e nazionali.
shares